Notice: Undefined index: status in /web/htdocs/www.porto626.it/home/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 293

Notice: Undefined index: subscription in /web/htdocs/www.porto626.it/home/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 296
INDICAZIONI OPERATIVE PER L’ATTIVITA’ ODONTOIATRICA – Certificazione Sicurezza, Qualità e Ambiente per Aziende

INDICAZIONI OPERATIVE PER L’ATTIVITA’ ODONTOIATRICA

PANDEMIA COVID-19

INDICAZIONI OPERATIVE PER L’ATTIVITA’ ODONTOIATRICA

A cura di Tavolo tecnico odontoiatria

Anno 2020 Documento realizzato dal Tavolo tecnico odontoiatria su proposta del Viceministro Pierpaolo Sileri

Lo scopo di questo documento è di fornire indicazioni per l’operatività degli odontoiatri in epoca di pandemia da SARS-CoV-2, che: 

1. abbia caratteristiche di sicurezza; 

2. si possa attuare a breve termine. La sospensione delle ordinarie attività di prevenzione e cura in odontoiatria non può protrarsi a tempo indefinito senza determinare un prevedibile danno alla salute orale dei cittadini; 

3. sia sostenibile e praticabile. L’attuazione delle procedure di disinfezione/sanificazione e l’utilizzo dei dispositivi di protezione devono essere razionalizzati ed ottimizzati, non traducendosi però in una riduzione della possibilità di accesso alle cure da parte dei cittadini.

Le presenti indicazioni sono suscettibili di successive revisioni a causa delle evidenze scientifiche al momento disponibili sulla Covid-19 in generale e sul correlato rischio di contagio in ambito odontoiatrico. Salvo quanto previsto dal presente documento e indirizzato a contenere il possibile contagio da Sars-Cov2, rimangono valide le procedure standard per i requisiti organizzativi, strumentali e di rapporto con il paziente già normalmente adottate negli studi odontoiatrici (es. sterilizzazione, privacy, cartella clinica, ecc.) Ulteriormente queste indicazioni devono essere calibrate e rivalutate per ogni specifico caso.


La probabilità di esposizione risulta essere in funzione del luogo dove vengono svolte le attività lavorative; pertanto la classificazione del rischio è data da variabili che vengono considerate e messe in relazione tra di loro; variabili che sono l’intesità di esposizione ad agenti biologici, tipologia e frequenza delle manovre operative, non per ultimo l’informazione e la formazione del personale in relazione al rischio biologico e alle procedure di contenimento. Dall’analisi matematica delle variabili si definiscono diversi scenari: (Chan JF et al., 2020). 
• bassa probabilità di diffusione del contagio 
• media probabilità di diffusione del contagio 
• elevata probabilità di diffusione del contagio.

Powered by WPeMatico